Rimborsi arretrati

(procedura aggiornata al 7 marzo 2013 – nota del vice segretario nazionale)

  1. L’associato che lamenta prestazioni non rimborsate in ambito OTS dovrà rivolgersi direttamente alla Sezione di appartenenza per avere notizie in merito alla propria richiesta di rimborso.
    1. In presenza di richiesta di rimborso già trasmessa al rispettivo Comitato Regionale o Provinciale, la Sezione provvederà invece a confrontarsi con lo stesso dando successivamente le inerenti informazioni all’associato.
    2. In presenza di rimborso erroneamente mai trasmesso al rispettivo Comitato, la Sezione provvederà alla relativo inoltro telematico nei confronti del Comitato stesso.
  2. Medesimo percorso dovrà essere affrontato dall’associato che lamenta prestazioni non rimborsate in ambito OTR, che dovrà quindi rivolgersi direttamente al proprio Comitato Regionale.
  3. In presenza di rimborso già trasmesso dal Comitato nei confronti di AIA centrale, l’associato dovrà rivolgersi all’ufficio rimborsi AIA (esclusivamente tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica: aia.rimborsi@figc.it), indicando nome – cognome – codice meccanografico – O.T. di appartenenza nonché i dati inerenti il rimborso (data gara – categoria – importo).
    1. Qualora l’ufficio rimborsi AIA verificasse l’avvenuto inoltro della richiesta di rimborso verso l’ufficio amministrativo FIGC, lo stesso ufficio AIA provvederà ad inoltrare specifica richiesta nei confronti dell’ufficio rimborsi FIGC, dandone notizia all’associato.
    2. In presenza di rimborso erroneamente mai trasmesso ad AIA centrale, il Comitato provvederà ad inserirlo in GeRiCo (ovviamente dopo aver raccolto un congruo numero di richieste sia per gare OTR che, eventualmente, per gare OTS).
    3. Tali rimborsi dovranno essere immessi, tramite Sinfonia, unicamente in pacchi contraddistinti dalla lettera “R”, trattandosi esclusivamente di gare con data prestazione anteriore al 30 giugno 2012, e potranno essere inerenti a gare di campionato o di tornei/amichevoli.
    4. Per ogni pacco dovrà essere fornita all’ufficio rimborsi AIA la consueta nota autorizzativa a doppia firma mentre, in presenza nel pacco di gare per tornei/amichevoli, dovrà essere fornita all’ufficio rimborsi AIA anche copia dell’avvenuto bonifico nei confronti di FIGC (che deve essere di importo globale pari al totale dei rimborsi per tornei/amichevoli contenuti nel pacco inviato).
  4. L’ufficio rimborsi AIA rimane a disposizione per qualsivoglia chiarimento in merito.